Fano Officine Informazione Officine del tempo in formazione  strada panoramica 9
1

Sorprendentemente Fano

Il dodicesimo giorno, ci svegliamo a Mutonia e scopriamo che non era un sogno.
Prepariamo tutto e poi andiamo a salutare Nikki e a ringraziarla per l’infinita ospitalità.
Un caffè insieme, al quale non si dice mai di no e poi via verso un’altra avventura!

Officine del tempo informazione in formazione passouno Fano

Questa volta si va a Fano e per stasera è previsto un evento al Molino Monacelli Country House, dove saremo ospiti di Ilaria e Ludovico che, dopo anni di paziente lavoro, colgono l’occasione per inaugurare la loro nuova attività.
Il percorso affrontato oggi, regala paesaggi mozzafiato lungo la strada panoramica.
Nonostante ci siano molte salite e discese i ragazzi si godono ogni curva, camminando in fila indiana sulla strada alberata.
Il sole è pieno, ma l’ombra e il venticello fresco, aiutano i camminatori.

Fano Officine Informazione Officine del tempo in formazione  strada panoramica Passouno
Considerando i piccoli fastidi fisici degli ultimi giorni, li seguiamo in via del tutto eccezionale con il camper, facendo diverse soste per monitorare la situazione.
Verso l’ora di pranzo, ci piazziamo 5 chilometri avanti e per la prima volta apriamo la tenda esterna del camper, per sfruttare al meglio la vista dall’alto e pranzare tutti insieme.
Un po’ di meritato riposo e poi si riparte, per arrivare a Fano, chi a piedi e chi in camper.

Ci ritroviamo nel tardo pomeriggio e dopo le solite manovre di recupero, tutti a bordo in direzione Fenile.
Trovare il Country House non è stato semplice, ma come questo viaggio ci sta insegnando, per guadagnarsi gli angoli magici del mondo, bisogna faticare sempre un po’, ma alla fine ne vale sempre la pena.
In una partita di ping pong telefonico a quattro, tra Casa Monacelli, navigatore, squadra a bordo camper e segnali stradali ermetici, riusciamo a trovare la casa bianca con le finestre verdi, come ci viene più volte descritta da Ilaria.
Gigi Marino al timone è il nostro capitano e, come sempre, ci porta a destinazione sani e salvi.
Arriviamo ancora con la luce e colpisce lo scenario che ci si presenta: un casolare ricavato da una vecchia casa di campagna, ristruttura utilizzando fonti di energia rinnovabili, materiali di recupero e riciclando gli oggetti trovati sul luogo. Un lavoro certosino che lascia intravedere l’anima della struttura, rendendola unica, originale e sostenibile, ma anche una dichiarazione di intenti su quelli che vogliono essere i valori trasmessi da Ilaria e Ludovico.

IMG_7970  Officine del tempo informazione in formazione passouno Fano6

All’interno ci sono legni e travi di ogni genere, riadattati ai più vari utilizzi. Nella camera in cui dormiano, ad esempio, c’è la testata del letto realizzata con un tronco di legno di quercia, oppure in bagno i ripiani sono stati fatti con il cassetto di un vecchio mobile e delle mensoline.

Fano Officine Informazione Officine del tempo in formazione  strada panoramica Passouno 6
Tutt’intorno c’è un prato verdissimo, con divanetti ricavati da bancali in legno e sedute creative. Uno scenario perfetto per matrimoni alternativi o eventi di ogni genere. Questo luogo ha un grande potenziale e, come mi racconta Ilaria, vorrebbe essere un punto di incontro o di passaggio, ma anche un rifugio dalla quotidianità, dove fare seminari o sedute yoga o corsi sugli orti sinergici.
Per i lavori della casa, ha dato un grosso contributo Alessandro Maffiotto, conosciuto anche come Sacha, esperto di permacultura ovvero di recupero, ottimizzazione dei materiali e degli oggetti a disposizione.
Come egli stesso scrive:

La permacultura è un metodo progettuale per migliorare l‘interrelazione tra l’ambiente interno (noi stessi) e quello esterno (gli altri, lo spazio, il pianeta), riacquistando capacità innate di adattamento.
Nelle varie fasi si predilige l’apprendimento esperienziale, piuttosto che quello intellettuale, già nella nostra cultura troppo preponderante. Il modello è la natura, sia l’ecosistema che riconoscono i nostri occhi, che l’ecosistema corpo-energia. Si tende al minimo spreco, considerando gli ‘scarti’ come energia utilizzabile dentro il medesimo sistema. Viene riconsiderato tutto lo scibile umano, incluso tradizioni e antiche conoscenze. Permacultura è mettere in pratica i propri sogni. Il neologismo permacultura deriva dalla contrazione dei termini agricoltura e/o cultura, e permanente.

La permacultura è sia un sistema di riferimento etico-filosofico, sia un approccio pratico alla vita quotidiana e basa la sua azione sulla progettazione. I principi etici sono: cura del pianeta; cura della persona; condivisione del surplus. La progettazione parte dall’osservazione e comprensione degli ecosistemi, con i loro cicli di energia e materia, dalle considerazioni di ciò che si vuole modificare, cosa si vuole ottenere e l’intenzione dell’azione, attraverso un’attenta progettazione e sfocia nell’azione seguita subito dall’osservazione e così via. Permacultura è ecologia applicata.

Casa Monacelli rappresenta la fusione di tutti questi principi, come ci raccontano i padroni di casa.
Ilaria e Ludovico, raccontano poi un po’ la loro storia e cosa li ha portati a compiere questa scelta, decidendo di cambiare vita.
Dopo aver girato mezzo mondo insieme, dall’Australia al Messico, dal Giappone al Brasile, dalla Thailandia, alla Turchia, decidono di lasciare la frenetica Milano per mettere radici a Fano dove realizzano il loro sogno.

La serata si è svolta in un’atmosfera rilassata e piacevole, tra gli allestimenti della mostra fotografica di Lucia Alessandrini, il concerto di Stefania Paterniani, al piano, ed Elisa Ridolfi al microfono, con l’accompagnamento ritmico di Mauro, al contrabbasso.

Officine del tempo informazione in formazione passouno Fano1  Officine del tempo informazione in formazione passouno Fano3

Officine del tempo informazione in formazione passouno Fano5  officine molino monacelli lucia alessandrini passouno

Una bella serata in mezzo alla natura, dove abbiamo raccontato delle Officine sotto il cielo stellato, assaggiando tutte le specialità del buffet, preparate da Ilaria con i prodotti dell’orto della Country House.
Molino Monacelli vanta già un episodio di rara, assurda e bellissima casualità: mentre ero assorta nel mio té verde freddo, riconosco tra gli invitati una figura familiare. La guardo 3, 4, anche 5 volte, sia perchè sono miope, sia perchè non ci posso credere.
Insomma era Alice, una mia amica originaria come me di Senago, ex compagna di pallavolo ai tempi delle medie, poi ritrovata all’università.
Alice abita a Milano ed era a Fano per puro caso, in compagnia di un amico, che per il week end aveva deciso di tornare nella sua terra d’origine, per una gita, e l’aveva invitata. Incredibile: ci siamo incontrate a Fano, dove andavamo per la prima volta nella vita, al Molino Monicelli Country House, con pochissime ore di attività alle spalle.
Io ancora non ci credo e tutto, quello che riesco a pensare è che forse, in questo viaggio, può davvero succedere ogni cosa.
Officine del tempo informazione in formazione passouno Fano7

Condividi per sostenerci!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Laura Callari

One Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*