IMG_4893
0

“Per vincere domani” Passoduekid

« Prima abbassa il sellino. Poi togli le ruote. – Devi stringere il bullone con la mano destra e lo devi togliere con la sinistra. – Dai la cera, togli la cera. – Il respiro lo prendi con il naso e lo emetti, preferibilmente, dalla bocca. Dai la cera, togli la cera. Non dimenticare il respiro è molto importante. »

(Maestro Mimmosan durante gli allenamenti di Passodue)

E poi ti ritrovi allo Spazio,  con la maglietta sporca di grasso.. diceva una nota canzone.

Tutto vero direi!

IMG_4891

Perché smontare una bicicletta non è difficile, ma assemblarla in modo tale che non superi le dimensioni massime consentite da Trenitalia (110 x 80 x 40 cm) non è facilissimo. Chi non si è cimentato nell’impresa dirà che è una cavolata, ma sfido a non sforare di 10 cm.

IMG_4890

Gigi ha promesso di avere un dialogo pacifico con il capotreno, nel caso non dovesse andar bene la sistemazione degli arnesi cicliferi nel compartimento promiscuo (prenotato appositamente dal presidente Saso).

Mimmosan si sforza di mantenere la calma, ma ad un certo punto molla la spugna e comincia ad elencare, con calcoli probabilistico-cabalistici, le problematiche che il capotreno addurrà.

Non contento, continuando a condurre la discussione, si inerpica in una digressione sulla letteratura russa e sull’influenza di Gogol e Tolstoy nella formazione e maturazione artistica di Contador, Pantani e Giuseppe Canale (primo calabrese ad essere ammesso nella massima categoria ciclistica nel 1959).

IMG_4892

Gigi mantiene il suo assetto zen e disimpegna con una birra, Saso perdura nel suo ascetico rituale dell’autopettinamento di barba.

L’impacchettamento si conclude per magia dopo circa due ore. Suonano alla porta.

Gigi, Saso, Memmosan: “Ciao Gib, ciao Vanessa”

Gib e Vanessa: “Ciao Amici, finito?”

Gigi, Saso, Memmosan (con aria soddisfatta ed in coro): “SI”

Gib: “E questo parafango di chi è?”

Gigi, Saso, Memmosan (+ nuvoletta e teschio, stile manga giapponese):  “?”

Condividi per sostenerci!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Salvatore Annaloro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*