Officine del tempo in formazione informazione passouno bologna arrivo
0

Settima tappa: incontrarsi a Bologna

La settima tappa è iniziata con un giro di telefonate ai vari comuni, per riuscire ad evitare ulteriori multe e mettere una toppa alla tappa di Modena.

Officine del tempo in formazione informazione passouno Roberta Cartisano Bologna Federico Porta foto
Pare che raggiungere il centro di Bologna sia un’impresa folle e che esistano due circuiti di telecamere indipendenti e se in uno è possibile entrare comprando un permesso giornaliero, per l’altro non c’è speranza. Chiamo il comune di Bologna e mi risponde un tizio che sembra essere nervoso. Mi fa delle domande alle quali rispondo e lui si impanica sempre di più, fino a decretare che per manifestazioni di questo genere è necessario parlare con il cerimoniere del sindaco e mi dà il numero. Forse non ci siamo capiti bene, ma ad ogni modo provo a fare una telefonata. Ovviamente c’è stato un malinteso, ma già che sono al telefono col cerimoniere, chiedo se è possibile avere un permesso per arrivare fino in centro col camper, come facevano quelli di Stranamore negli anni ’90. Mi ricordo che loro non avevano mai nessun problema a fare le riprese a tutto campo nel centro di piazza Duomo a Milano, oppure mentre sostavano, che ne so, a Piazza di Spagna. Perdindirindina, cosa sono queste preferenze?
Dice la signora cerimoniere che per questi permessi ci vuole almeno un mese. Vabbé. Ringrazio e chiudo.
Che fatica vivere, ci aspetta un altro bagno di sudore quotidiano, alla ricerca della meta immaginata.
Intanto, tra le operazioni di normale amministrazione, oggi accade qualcosa di straordinario: arriva la Cartisano, aka Roberta che, da quasi un mese, ci assiste e guida a distanza occupandosi degli eventi nelle varie tappe.

Officine del tempo in formazione informazione Bologna Passouno Cartisano
Cerca i contatti, chiama la gente, racconta di noi, ci prepara il terreno, trovando in tutta Italia delle situazioni di bellezza, come lei
ama chiamarle. Insomma è il nostro faro nella notte, il nostro gps sincronizzato che da terra ci direziona servendosi di sms, e-mail, telefonate, piccioni viaggiatori e pensieri telepatici.
Lei è il mio hard disk esterno, la mia memoria espandibile, mi chiama e mi dice: Oggi devi fare questo e quello, poi chiami Genoveffa e le dici così e così, ti mando il comunicato stampa che ho modificato e i contatti per inviarlo. ciao
Così io eseguo gli ordini e chiudo i cerchi che lei disegna.
Siamo uno squadrone d’attacco, una catena di montaggio che non perde un colpo (o quasi).
Dicevo che Roberta arriva oggi alle 16 perchè è di ritorno da Roma dove ha fatto uno dei suoi concerti e così, per non stare con le mani in mano, ha organizzato un evento a Bologna, anche grazie all’aiuto degli amici Bruno Crucitti e della disponibilità di Giovanni B. Maraschini, che ci ha aperto le porte del suo StudioSoundLab in via Sante Vincenzi 2/A.
Officine del tempo in formazione informazione Bologna Passouno
Lo spazio è un centro di produzione indipendente che vive grazie a un numero crescente di soci e collaboratori, mettendo a
disposizione spazi e competenze professionali per progetti musicali, teatrali e multimediali.
Mentre siamo nel parcheggio dello studio, musiche ritmate e battiti di mani attirano la nostra attenzione, senza lasciare nessun dubbio su cosa stia accadendo: una lezione di zumba! Quindi zumba = palestra. Palestra = doccia. Doccia = salvezza.
Dico a Federico, che è in difficoltà perchè vorrebbe fare la doccia, di andare a chiedere se gentilmente ci ospitano per 5 docce 5.
Federico va e dopo 2 minuti torna e dice che la risposta è negativa.
Ma come no? Ci provo io, so essere molto convincente quando in ballo c’è una doccia calda.
Entro e presento alle due ragazze della reception il nostro progetto, spiego cosa stiamo facendo e chiedo se gentilmente ci possono ospitare per il tempo necessario a rigenerarci. Loro sono un po’ titubanti, ma alla fine cedono e si scusano per la precedente risposta negativa, giustificandosi dicendo: sai in questo quartiere ci sono un sacco di punkabbestia.
In sintesi Federico è entrato e ha chiesto Posso farmi una doccia? senza dare spiegazioni, senza argomentare. Loro gli hanno detto no e lui non ha opposto resistenza, perchè non aveva voglia di interagire. Lo so che è un tipo strano, ma a me piace così e comunque grazie dell’ospitalità alle ragazze della palestra Orizzonte e Benessere.

Officine del tempo in formazione informazione passouno Roberta Cartisano Bologna Federico Porta fotografo Torino fotografia
Per tornare allo StudioSoundLab, abbiamo avuto il piacere di incontrare e conoscere alcuni artisti e musicisti, che nelle loro canzoni hanno dato voce a disagi e necessità nei quali ci siamo riconosciuti. Si sono esibiti per noi durante la serata: Roberta Cartisano, Ivano127Rosso, GianMarcoeBasta e Riccardo Paradoz, accompagnati da Claudio Giovannini al piano.

Officine del tempo in formazione informazione passouno Roberta Cartisano Bologna Federico Porta fotografo Officine del tempo in formazione informazione passouno Roberta Cartisano Bologna Federico Porta fotografo 2

Officine del tempo in formazione informazione passouno Roberta Cartisano Bologna Federico Porta Ivano127rosso Officine del tempo in formazione informazione passouno Roberta Cartisano Bologna Federico Porta fotografo6

Officine del tempo in formazione informazione passouno Roberta Cartisano Bologna Federico Porta fotografo 5 Officine del tempo in formazione informazione passouno Roberta Cartisano Bologna Federico Porta fotografo 4

Ognuno di loro si è interessato al nostro progetto, regalandoci poi il proprio punto di vista sul mondo che ci circonda, mescolando passione e ironia, intensità e leggerezza, amore e odio, tra vittorie e sconfitte. Ha chiuso l’evento il duetto Basta-Paradoz, con Bologna io non ti amo e non ti odio, ma però, spaccato tragicomico della quotidianità e quello che accade in città.
Tra il pubblico, con noi c’era anche il vignettista Tinoshi, scombussolato dal jet leg del volo da San Francisco, ma ad ogni modo presente per sostenerci e accompagnarci in questo nostro viaggio con il suo contributo artistico. Tinoshi vuole contribuire alla formazione delle Officine e ci dona una serie di raccolte delle sue opere, da lasciare ai sostenitori, in cambio di donazioni, come omaggio e ricordo di questa esperienza condivisa.
Officine del tempo in formazione informazione passouno Roberta Cartisano Bologna Federico Porta fotografo Tinoshi fumetto vignettista artista comics
La serata volge al termine, salutiamo e abbracciamo i ragazzi, tutti ringraziano tutti, perchè quello che è avvenuto questa sera è uno scambio; un momento pieno di ricchezza umana e di vibrante bellezza.

Condividi per sostenerci!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Laura Callari

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*